Armonizzazione del traffico dei pagamenti

Domande e risposte

Abbiamo riassunto per voi le principali domande e risposte sull’armonizzazione del traffico dei pagamenti in Svizzera.

Chi è interessato dalla migrazione del traffico dei pagamenti?

La migrazione del traffico dei pagamenti riguarda in linea di principio chiunque operi sul mercato finanziario svizzero. Le conseguenze e la necessità d’azione sono tuttavia diverse a seconda dei casi. Gli istituti finanziari, i fornitori di servizi di pagamento e i gruppi aziendali operativi a livello internazionale, dotati di un software di pagamento non standardizzato, sono maggiormente interessati dai cambiamenti rispetto a PMI che gestiscono il traffico dei pagamenti tramite un software standard.

 

In un primo momento i privati non noteranno molto dell’armonizzazione. Il cambiamento si nota soprattutto nel caso della nuova fattura QR con codice dati.

Quali sono i clienti interessati dal passaggio al nuovo standard ISO 20022?

A essere interessate sono in primo luogo le imprese.

Cosa devo fare come impresa?

Contattate il vostro reparto IT e/o il vostro fornitore software. Se utilizzate un software standard, la migrazione a ISO 20022 avverrà contestualmente al prossimo aggiornamento, mentre se lavorate con una soluzione software non standardizzata, il passaggio ai nuovi requisiti ISO dovrà essere effettuato individualmente da uno sviluppatore software.

 

Chi è interessato e cosa c’è da fare?

Cosa devo fare come privato?

I privati non devono fare nulla. Tuttavia vi consigliamo di impostare già oggi sull’IBAN i vostri dati anagrafici.

 

Chi è interessato e cosa c’è da fare?

I clienti possono continuare a utilizzare i prodotti attuali nel traffico dei pagamenti della Banca CIC?

Sì. I prodotti della Banca CIC per bonifici e addebiti diretti rimangono a disposizione.

Che vantaggi apportano i cambiamenti nei processi del traffico dei pagamenti?

L’armonizzazione del traffico dei pagamenti porta vantaggi a tutti. Infatti, la migrazione allo standard internazionale ISO 20022 consente di sfruttare le sinergie lungo l’intera catena del valore aggiunto: più informazioni, meno costi di elaborazione, sviluppo e manutenzione. Lo standard unificato ISO 20022 semplifica i processi, migliora la qualità dei dati e i tassi Straight-Through-Processing (STP rate) e minimizza la quota di errori. Infine, l’attuale eterogeneità di giustificativi viene eliminata a favore di un’unica polizza di versamento.

Quali sono i vantaggi per le imprese?

Il traffico dei pagamenti diventa più semplice, efficiente, sicuro e veloce. I necessari adeguamenti offrono inoltre alle imprese la possibilità di ottimizzare i servizi di pagamento utilizzati nell'ottica di un Cash Management completo.

La Svizzera abbandona il formato DTA per gli ordini di pagamento?

Sì. In futuro non sarà più presente sul mercato il formato svizzero DTA. Tuttavia, presso la Banca CIC, sarà possibile presentare ancora gli ordini di pagamento in formato DTA per un periodo di transizione almeno fino alla fine del 2018. Il DTA sarà rimpiazzato in futuro dagli avvisi ai sensi dello standard ISO 20022.

Come sarà attuata l’armonizzazione del traffico dei pagamenti dalla Banca CIC?

Con gli sviluppi del mercato la Banca CIC coglie l’occasione per orientare maggiormente la propria infrastruttura per il traffico dei pagamenti alle esigenze della clientela. Le vecchie applicazioni vengono sostituite da nuovi sistemi compatibili con lo standard ISO 20022. La Banca CIC migrerà gradualmente i propri sistemi allo standard ISO 20022 e vi informerà di volta in volta sulle relative novità.

Quando si completerà il passaggio della Banca CIC allo standard ISO 20022?

Da metà di novembre 2017 la migrazione del sistema bancario della Banca CIC é stato completata e i pagamenti potranno essere elaborati con questa interfaccia.

Quali tipologie di avvisi secondo lo standard ISO 20022 vengono offerte dalla Banca CIC?

  • Pain.001 bonifici, cliente > banca, nel formato CH (dal nov. 2017)
  • Pain.002 rapporti di stato, banca > cliente, nel formato CH (presumibilmente dal quarto trimestre 2018)

 

Estratti conto/rapporti dei movimenti, banca > cliente (avvisi camt)

  • Camt.053 ISO Versione.04
    Estratto conto a fine giornata, senza dettagli per le registrazioni cumulative (dal nov. 2017)
  • Camt.054 ISO Versione.04
    Avviso di accredito con dettagli per PVBR (dal nov. 2017) e avviso di accredito/addebito, con dettagli per tutte le registrazioni cumulative (presumibilmente dal quarto trimestre 2018)

Fino a quando sarà disponibile ancora lo standard DTA presso la Banca CIC?

Fino alla fine 2018.

Da quando saranno possibili le e-fatture presso la Banca CIC?

Presumibilmente dal secondo trimestre del 2019

Che misure preparatorie consiglia la Banca CIC ai clienti in vista dell'armonizzazione svizzera?

Passaggio coerente dai vecchi formati di numero di conto al più moderno IBAN, anche per i pagamenti in Svizzera.

Passaggio coerente per i pagamenti all’estero dai vecchi codici bancari a BIC (SWIFT Code).

Se necessario, rivolgetevi al vostro partner IT o software per pianificare e preventivare con anticipo i futuri adeguamenti per l’introduzione dello standard ISO 20022 (abbandono del formato DTA).

Utilizziamo ancora molti numeri di conto tradizionali. Come si fa a passarli tutti all’IBAN in modo efficiente?

Per la conversione in IBAN dei numeri di conto svizzeri tradizionali, SIX Interbank Clearing fornisce diversi strumenti. Singoli numeri di conto possono essere convertiti con il calcolatore IBAN di SIX. Per mutazioni massificate si consiglia invece l’IBAN Tool, che consente di convertire automaticamente i numeri di conto CH (esportati dalla propria contabilità) in IBAN con un’elaborazione batch.

 

Calcolatore IBAN

 

IBAN Tool per la conversione di numeri di conto in IBAN

Le odierne procedure di avviso SWIFT mantengono la loro validità?

Le attuali tipologie di avviso SWIFT (MT940, MT942, MT900/910) rimarranno valide.

Ho in programma di aggiornare prossimamente il mio software allo standard ISO 20022. Come posso assicurarmi che in seguito al passaggio lo scambio di dati con la banca funzioni correttamente?

Il modo migliore per testare lo scambio di dati è utilizzare la nostra piattaforma di testing. Verificheremo per voi i file di prova che riceveremo e vi forniremo un supporto all’analisi qualora i file forniti dalla Banca non vengano elaborati dal vostro software.

Sono un cliente commerciale ma non desidero scambiare dati con la Banca CIC. Cosa devo fare?

Se non desiderate scambiare dati* con la Banca CIC o un altro istituto finanziario tramite il vostro software attuale, non dovete fare nulla. Provvedete semplicemente all’aggiornamento graduale dei dati anagrafici sostituendo il numero di conto con il codice IBAN, ricordando di inserire sempre il codice BIC (Codice Swift) per i pagamenti internazionali.


* Trasmissione di file DTA (Cliente>Banca) risp. ricezione di file BESR o MT940 (Banca>Cliente)


Per ulteriori domande sulla migrazione del traffico dei pagamenti è a disposizione il vostro/la vostra consulente oppure la nostra hotline al numero 058 258 16 00.